Regole generali per la cura di un'orchidea

La bellezza esotica e la raffinatezza delle orchidee colpiscono anche le persone lontane dalla floricoltura. È difficile domare una bellezza tropicale e come prendersi cura di un'orchidea, così che si rallegri con una vegetazione lussureggiante e lussuose infiorescenze?

Molti amanti della floricoltura indoor, che prima non coltivavano queste piante insolite, possono avere l'idea sbagliata di prendersi cura di un'orchidea, essendo eccessivamente laboriosa e dispendiosa in termini di tempo. Ma conoscendo i fiori più vicino, risulta che non è così difficile mantenere un'orchidea in una stanza di una delle specie più comuni.

Come prendersi cura di un'orchidea a casa, quali condizioni sono necessarie per una cultura esotica che è caduta in una stanza di ceramica?

Condizioni di manutenzione dell'orchidea

Un'assistenza correttamente organizzata significa creare condizioni che siano vicine al naturale. Orchidea per lungo tempo conserverà salute e decoratività, se:

  • rappresentato e fornito con tutte le esigenze del fiore in nutrizione, illuminazione e irrigazione;
  • la pianta si adatta al regime di temperatura e umidità, composizione del terreno e fertilizzazione introdotta.

Quando si sceglie un fiore per la casa in crescita, è necessario ricordare che le orchidee hanno una varietà di varietà, diverse per aspetto e condizioni di crescita naturale e necessità.

Senza lasciare questo fatto senza attenzione, è possibile semplificare notevolmente la cura delle orchidee per i principianti e per coloro che sono già a conoscenza del contenuto di questa coltura di fioristi.

La maggior parte delle piante trovate negli interni sono epifite dai tropici. Sono facili da riconoscere dai rizomi dell'aria succulenti, non solo forniscono umidità al fiore e alla nutrizione, ma partecipano anche al processo di fotosintesi. Ci sono orchidee, abituate a vivere sulle rocce, dove lo strato di terreno, come sugli alberi, è estremamente piccolo.

Per tali piante, l'umidità dell'aria e la friabilità del substrato sono importanti. Ma le specie del suolo, oltre alla solita cura dell'orchidea, necessitano anche di terreno nutriente.

Caratteristiche di illuminazione

Nei tropici, da dove proviene la maggior parte delle specie indoor, le orchidee crescono in condizioni di una lunga giornata di luce e di illuminazione moderatamente luminosa e diffusa. Queste stesse condizioni vengono ricreate in una situazione in cui le orchidee vengono curate a casa.

La durata ottimale delle ore diurne per le orchidee in crescita e fioritura è di 13-15 ore, praticamente non in diminuzione in inverno. Pertanto, non è affatto superfluo quando la cura di un'orchidea sarà un punto culminante.

Non è necessario senza ombre pre-concepite per mettere vasi sulle finestre meridionali. La luce del sole può lasciare tracce marroni o gialle sul fogliame, e le gemme sotto i raggi caldi diretti cadranno completamente. Il posto migliore è sul lato est o ovest. Sulle finestre a nord, l'illuminazione sarà richiesta anche in estate.

Se il posto per la pianta viene scelto in modo errato, anche con cura adeguata a casa, le orchidee, come nella foto, ingialliscono, le foglie perdono elasticità, si asciugano, la fioritura diventa rara o non si verifica affatto.

Umidità nell'aria: la chiave del successo delle cure per un'orchidea a casa

L'elevata umidità dell'aria è estremamente importante per la coltivazione di successo di una pianta tropicale. E se in estate raggiungere il 60-70% desiderato è abbastanza reale, allora nel periodo invernale il fiorista dovrà provare.

Come curare adeguatamente un'orchidea con i riscaldatori funzionanti che asciugano senza pietà l'aria nella stanza? Per mantenere questa umidità, vengono usati umidificatori elettrici e elettrodomestici.

Un contenitore in cui vengono coltivati ​​i fiori può essere posizionato su un muschio umido disposto in una padella poco profonda. Se non hai sfagno a portata di mano, che trattiene l'umidità per lungo tempo, l'argilla viene usata in modo simile. La pianta si sente meglio in un florarium o in una serra di una stanza, separata dal resto della stanza da plastica o vetro.

Quando il fioraio usa uno spray fogliare nelle cure, fallo regolarmente e con attenzione, cercando di non cadere sui fiori. È altamente indesiderabile lasciare raffreddare l'orchidea ancora bagnata, poiché ciò porterà allo sviluppo di un fungo su foglie succose e radici aeree.

Irrigare il fiore nella prima metà della giornata con acqua a temperatura ambiente, fino a quando il fogliame è asciutto, la pentola è protetta dall'aria fredda e una brutta copia in ogni modo possibile.

Irrigazione con cura di orchidea in una pentola

Studiando le informazioni su come prendersi cura di un'orchidea a casa, un fiorista novizio non dovrebbe ignorare una domanda come quella di innaffiare queste persone dai tropici.

Già un'apparizione della pianta può dire molto sulle sue preferenze e richieste. I rizomi potenti dell'aria e sotterranei sono progettati per ottenere e conservare l'umidità. Inoltre, per salvare alcune delle sostanze nutritive e l'acqua il fiore può nelle foglie, che in alcune specie sono notevolmente ispessite.

Tutte le orchidee sono igrofile e richiedono un'abbondante irrigazione, in cui un grumo di terreno o un substrato sciolto a grana grossa che viene versato in una pentola è completamente bagnato.

Ma come prendersi cura di un'orchidea in diversi periodi dell'anno? La frequenza dell'irrigazione cambia, e come fai a sapere della "sete" di un fiore in una miscela di corteccia, argilla, pezzi di schiuma e altri materiali che sono poco simili ai terreni tradizionali?

Il programma di irrigazione, così come altre procedure per la cura di un'orchidea, devono essere corretti durante il cambio di stagione. Nella stagione calda, un'orchidea in vaso riceve acqua più spesso che in inverno. Ma è meglio abbassare la pianta piuttosto che versarla.

Foglie e radici spesse aiuteranno l'orchidea a sopravvivere a una siccità a breve termine, ma l'eccesso di umidità, e soprattutto il suo ristagno, è il passo giusto per marciume delle radici.

Gli ospiti tropicali a casa sono piantati in vasi di plastica trasparente o contenitori con slot speciali. Ciò rende possibile monitorare lo stato del sistema radicale, i rizomi stessi partecipano alla fotosintesi e consumano più facilmente i nutrienti e l'umidità. Ma come prendersi cura di un'orchidea in un vaso di un design così insolito?

Non ci sono particolari caratteristiche di cura delle orchidee qui, tranne che è necessario innaffiare il fiore in un contenitore continuo dall'alto, ed è conveniente immergere i vasi con le fessure nell'acqua preparata per 4-6 minuti. Durante questo tempo, il substrato si saturerà di umidità e l'eccesso scorrerà senza ostacoli.

In estate, il substrato viene inumidito 2-3 volte a settimana, quando la superficie del terreno è asciutta al tatto. Nella stagione fredda, la frequenza di irrigazione è nettamente ridotta.

Il bisogno di acqua è riconosciuto dall'elasticità perduta, dai rizomi leggermente increspati e dalle foglie cadenti. Una pianta sana viene rapidamente ripristinata dopo l'inumidimento del terreno.

Ma il fogliame senza foglie delle orchidee regolarmente innaffiate dovrebbe avvisare il fioraio. Forse le radici una volta erano allagate e ora devono essere igienizzate.

Aggiunta di orchidee da interno

Come altre colture indoor, che sono costrette a crescere in una quantità limitata di substrato, le orchidee hanno bisogno di alimentazione regolare. Ma concimare queste piante non dovrebbe essere troppo spesso. Ottimo, se le formulazioni liquide specializzate sono introdotte non più di due volte al mese e solo durante il periodo di crescita attiva e fioritura.

L'aumento del contenuto di sale nel terreno influisce negativamente sulle condizioni della pianta. Come prendersi cura di un'orchidea, se la superficie del riempitivo nella pentola mostrava segni di salinità? È meglio non lottare con questo fenomeno, ma per prevenirne l'apparenza. Pertanto, la medicazione superiore si alterna al lavaggio del sistema radicale, per cui la pentola viene immersa in acqua dolce e calda per diversi minuti.

Se la concimazione inclusa nella cura dell'orchidea è ridondante, il fiore tollera i cambiamenti di temperatura peggio, ed è anche più spesso influenzato da parassiti e funghi.

Cura dell'orchidea dopo la fioritura

L'appassimento di fiori su un'orchidea è un segno sicuro che la pianta si sta preparando per un periodo di riposo. Non perderà il suo fogliame, ma sarà molto meno sviluppato e nutrito fino a quando non compaiono i boccioli. Come prendersi cura di un'orchidea in questo momento?

Prima di tutto, vale la pena prestare attenzione agli steli rimanenti senza corolle luminose. Mentre rimane verde e succosa, rimane.

In alcuni casi, i boccioli vengono riformati sullo stesso peduncolo, e anche le piante figlie, si formano piccole rosette che, quando formano le proprie radici, vengono tagliate e piantate in un vaso separato, in un substrato sciolto per le orchidee. Ma i segni di appassimento dei gambi dei fiori suggeriscono che è ora di tagliarlo.

Se l'orchidea interna è sbocciata a lungo e in abbondanza, non è giusto consentire la ripetuta comparsa di gemme, come nel caso di alcune specie di piante. Questo indebolirà ulteriormente il fiore.

Per coltivare le forze rapidamente e bene restaurate, nella cura dell'orchidea dopo la fioritura sono inclusi la fecondazione o il trapianto di fiori. Tuttavia, quest'ultima procedura può essere stress per la pianta, perché le radici non solo intrecciano strettamente il substrato, ma penetrano anche nei fori e si estendono oltre il vaso.

Un video su come prendersi cura di un'orchidea in casa chiarirà tutte le sottigliezze della gestione di un fiore tropicale spettacolare. Se segui delle semplici regole, anche per i principianti, la collezione di stanze sarà riempita con una pianta sorprendentemente bella, che, sentendo la cura, risponderà con una lunga fioritura luminosa.

Come prendersi cura di un'orchidea domestica

Una tale pianta tropicale, come l'orchidea, è stata a lungo un'eccellente decorazione di case e appartamenti. Inoltre è ampiamente utilizzato nella progettazione di interni di uffici e centri commerciali. Ci sono coltivatori di fiori che coltivano con successo dozzine di copie di varie orchidee (e anche di più) nel loro appartamento. Capire questi fioristi è molto semplice, perché un'orchidea fiorita sembra molto impressionante. Ognuna delle varietà di questo fiore ha qualcosa di unico, originale. I cespugli possono differire per colore e dimensione e forma. E quando il fioraio acquista una nuova orchidea, è convinto di essere più bella di tutti quelli che sono nella sua collezione. Ma questo è finché non ne ha un'altra copia.

I principali problemi nella coltivazione di orchidee

Nonostante tu sia il proprietario di un solo cespuglio di orchidee, devi sapere come prendertene cura in modo che non muoia, e per lungo tempo ti abbia soddisfatto della sua fioritura. Va ricordato che se si fornisce l'epifita corretta con cura adeguata, allora i problemi nel processo di crescita saranno molto minori.

Anche in questo caso, non dimentichiamo che i problemi con una tale pianta spesso derivano solo dal fatto che il fioraio non rispetta le regole per prendersi cura di lui.

L'orchidea diventa gialla

Molto spesso i coltivatori di fiori notano che la foglia inizia a ingiallire. Va ricordato che in ciascuna delle piante in un dato momento, le foglie cambiano colore in giallo e iniziano ad asciugarsi, il che è un processo assolutamente naturale. Esamina il cespuglio. Nel caso in cui le vecchie lastre delle foglie diventino gialle, solitamente situate in fondo, non dovresti preoccuparti. Quindi, l'orchidea si rinnova. Solo dopo che la foglia è completamente appassita, dovrebbe essere accuratamente rimossa.

Tuttavia, nel caso in cui l'ingiallimento abbia toccato foglie giovani, possiamo dire che la pianta è dolorosa. Di regola, si ammala a causa di un'irrigazione impropria:

  1. Se il terreno è impregnato d'acqua, allora la putrefazione può comparire rapidamente sul sistema radicale, che porterà all'ingiallimento delle foglie.
  2. Nel caso in cui il terriccio si sia seccato, le lastre delle foglie inizieranno a sbiadire nell'orchidea. Lo stesso risultato si otterrà se la stanza è eccessivamente bassa nell'umidità dell'aria e il fioraio non spruzza regolarmente le foglie dallo spruzzatore.
  3. In inverno, le foglie del cespuglio possono iniziare a ingiallire a causa del fatto che è influenzato da una brutta copia. Inoltre in questo momento non è consigliabile tenere l'orchidea vicino alla finestra o in una stanza dove è relativamente fredda. Le foglie gialle diventano causa di forte raffreddamento o congelamento.
  4. Se in estate le foglie sono esposte alla luce solare diretta, possono bruciarle. Di conseguenza, macchie gialle o brunastre rimangono sulla superficie delle piastre fogliari.

Problemi con le radici di orchidee

Se non ti piacciono le orchidee come dovresti, allora i problemi con il suo sistema di root potrebbero iniziare. Esaminare le radici. Se diventano viscidi e hanno un colore più chiaro o si scuriscono (diventano marrone scuro), questo campione è stato annaffiato in modo errato.

Nel caso in cui pensi che la pianta debba ricevere la stessa quantità di umidità di quella selvatica durante i temporali, allora dovresti ricordare diversi fatti importanti. Il fatto è che dopo che la doccia è passata, tutta l'acqua si assorbe nel terreno o defluisce dalla corteccia degli alberi, ma non rimane dentro per molto tempo. Pertanto, le radici delle orchidee assorbono quanta acqua di cui hanno bisogno. Cioè, le radici non sono costantemente nell'acqua. Se nella stanza condiziona tale epifita viene irrigata "dal cuore", l'acqua ristagna nel substrato, da cui le radici iniziano a marcire. Nel caso in cui trovi segni evidenti che il fiore ha sofferto di abbondanti innaffiature, allora devi prendere misure urgenti. Questi esperti di fiori consigliano di trapiantare un nuovo substrato, mentre esaminano attentamente il sistema radicale e tagliano tutte le radici marce e malate.

Inoltre, non dimenticare che questa pianta tropicale ha bisogno di umidità. A questo proposito, cerca di non dimenticare regolarmente, o meglio, ogni mattina di spruzzare il fogliame dallo spruzzatore. Per questo, è necessario utilizzare acqua tiepida, che deve essere filtrata o difesa.

L'orchidea non fiorisce

Non è così raro che i floricoltori notino che la loro "bellezza" per qualche motivo non vuole sbocciare. Nella maggior parte dei casi c'è una situazione in cui la fioritura è già stata osservata più volte, ma quando la fine del prossimo periodo di riposo, l'orchidea per qualche motivo non produce un picco di fiori.

Molto spesso, questo problema si osserva nel caso in cui il fiore non è abbastanza luce. Di norma, è inverno che l'illuminazione è piuttosto scarsa. In questo periodo dell'anno, la maggior parte delle specie di orchidee ha un periodo di riposo, il che spiega l'assenza di fioritura. Si consiglia di utilizzare Phalaenopsis per fornire luce supplementare, utilizzando l'illuminazione artificiale. In questo caso, continueranno a sbocciare ulteriormente.

Tagliare con cura il punto del fiore dopo la fioritura, sarà possibile solo dopo averlo completamente appassito. Tuttavia, se non si asciuga e allo stesso tempo ha un colore verde o marrone chiaro, allora molto probabilmente, dopo un po ', forma un giovane bocciolo.

Cosa devo fare se l'epifita non vuole più fiorire? Una pianta del genere ha bisogno di stress. Per collocare un segnalibro di reni in condizioni di camera, le orchidee hanno bisogno di una temperatura non superiore a 10-12 gradi, e anche in questo momento dovrebbero essere annaffiate in modo scarsamente. Tuttavia, è impossibile ridurre bruscamente la temperatura dell'aria e ridurre l'irrigazione. Devi farlo gradualmente. Va ricordato che una data pianta ha bisogno di una differenza tra le temperature del giorno e della notte in questo periodo. Quindi, durante il giorno è necessario riscaldarsi, mentre di notte - dovrebbe essere più fresco di 10-12 gradi. Il risultato di questo contenuto della pianta dovrebbe essere la posa di un bocciolo.

Se ti prendi cura dell'orchidea in questo modo per 4-6 settimane, nella maggior parte dei casi i tuoi sforzi avranno successo. Di norma, durante questo periodo, dovrebbe già verificarsi un segnalibro di reni. Nel caso in cui i reni non fossero ancora visibili, è necessario rimuovere attentamente il fiore dallo stato di riposo. Per fare ciò, è necessario un graduale aumento della temperatura. Devi irrigare l'orchidea sempre più spesso.

Nel caso in cui questa epifita non fiorisse dopo 6-12 mesi, allora non è troppo preoccupante, perché un picco di fiori giovani può formarsi in circa 24 mesi.

Parassiti e malattie delle orchidee

Questi fiori sono abbastanza resistenti alle malattie e ai parassiti, ma tutti gli stessi problemi accadono. Molto spesso, una putrefazione appare sulla pianta. È formato a causa del sovrasollecitazione del terreno e della pianta stessa. Quindi, se rompete il regime di irrigazione e lo rendete più abbondante o frequente, e anche aumentate significativamente la quantità di irrorazione, allora questo può portare al decadimento del sistema radicale, così come le lastre di lamiera (specialmente le loro basi) e le lampadine. Curare in questo caso, la pianta non è facile. L'area interessata deve essere accuratamente tagliata con un coltello disinfettante molto tagliente insieme a parte del tessuto sano. Quindi è necessario effettuare l'elaborazione del taglio con una soluzione speciale che possiede proprietà battericide, che possono essere facilmente acquistate. Substrato e contenitore devono essere sostituiti, con il piatto se lo si desidera, è possibile bollire correttamente.

Di insetti nocivi, cocciniglie e acari si trovano più spesso sulle orchidee. Se non ce ne sono abbastanza, puoi provare a eliminarli con una soluzione di sapone, che deve asciugare le lastre 2 volte con una pausa di 7 giorni. Se l'infezione è molto grave, sarà necessario procedere con Aktar o Phytoverm.

Cura adeguata per le orchidee a casa

luce

Per una tale pianta, l'illuminazione gioca un ruolo importante. La luce è necessaria sparsa e dovrebbe essere molto. A questo proposito, il fiore dovrebbe essere posizionato sulla finestra più leggera (eccetto quella meridionale). Tuttavia, dobbiamo ricordare che deve essere protetto dalla luce solare diretta.

Come innaffiare

Nonostante il fatto che tali piante siano tropicali, un'annaffiatura troppo frequente e abbondante può danneggiarle molto. In natura, la maggior parte delle specie di queste piante crescono non sul terreno, ma sugli alberi, aggrappandosi alla loro corteccia con le loro radici. Tali epifiti eliminano l'umidità dalla crosta legnosa, che dopo la pioggia defluisce su di essa, ma non si accumula. A questo proposito, l'irrigazione di questi fiori dovrebbe essere moderata. Tra l'irrigazione il substrato deve asciugare accuratamente e deve essere assicurato che le radici non siano costantemente nell'acqua. Umidifica spesso le foglie dalla bomboletta spray, ma assicurati che il liquido non si trovi sui fiori, perché in questo caso appariranno dei granelli e diventeranno scuri. In annaffiature più abbondanti, sono necessarie orchidee come Phalaenopsis, Cimbiumium, Odontoglossum Paphiopedilum. Con estrema cautela, è necessario innaffiare il Dendrobium, il Cattleya e l'Oncidium. Prima di innaffiarli, assicurarsi che il substrato si sia asciugato completamente.

In estate, l'irrigazione dovrebbe essere più abbondante che in inverno. Con l'inizio del periodo primaverile, quando inizia il periodo di crescita intensiva, l'orchidea dovrebbe gradualmente iniziare ad annaffiare più abbondantemente.

È possibile utilizzare solo l'irrigazione attraverso un pallet o alternarlo con il solito. Quindi, nel serbatoio è necessario raccogliere acqua e mettere un piatto. Quando il substrato è saturo di umidità, la pentola deve essere estratta e allo stesso tempo in attesa che l'acqua in eccesso passi attraverso i fori di drenaggio.

Inoltre a volte è possibile immergere completamente la pentola sott'acqua, in conseguenza della quale il substrato e il sistema radicolare possono essere risciacquati a fondo. Dopo aver tirato la pentola dal liquido, attendere che tutto il suo eccesso sia esaurito.

Spruzzo di orchidee

Queste piante adorano l'alta umidità dell'aria. Per inumidire le foglie, come per l'irrigazione, hai bisogno di un'acqua calda e ben tenuta. Mantenere l'umidità al di sotto del 60 percento. Nel caso in cui l'aria sia molto più secca, dovrai acquistare un umidificatore. E con un'orchidea moderata di umidità, ci sarà abbastanza spray sistematico.

Questi fiori hanno bisogno di aria fresca. In relazione a ciò, è necessaria la messa in onda sistematica. Ricorda che, nel fare ciò, devi sempre rimuovere il fiore dalla finestra, in quanto non tollera una bozza. Inoltre, rimuovere l'impianto dal flusso d'aria proveniente dal condizionatore d'aria funzionante. Quando la stanza è ventilata, non dimenticare di inumidire le foglie del fiore dallo spruzzatore.

Non è difficile coltivare un'orchidea. La cosa principale è aderire a certe regole di cura e dare a questa pianta più attenzione.

Suggerimento 1: come prendersi cura di un'orchidea

  • Pulverizer.
  • Vaso trasparente
  • Fertilizzanti per orchidee
  • Carbone.
  • La corteccia
  • Terreno per orchidee

Prima di acquistare phalaenopsis, in primo luogo porre l'accento sulle sue radici, dovrebbero essere il solito colore verde con una sfumatura argentata. Non dovrebbero esserci indicazioni che sta marcendo. Scegli una pianta in un vaso trasparente, dove puoi vedere completamente il suo substrato. Il colore delle foglie dovrebbe essere verde, senza macchie.

Dopo aver acquistato le orchidee, crea a casa condizioni confortevoli. L'illuminazione per il fiore dovrebbe essere sufficiente, ma senza raggi diretti. Se c'è una carenza di copertura di phalenopsis, non ci saranno fiori. La temperatura dovrebbe variare tra +15 e +30 gradi Celsius. Durante il giorno, la temperatura dovrebbe essere più alta, fino a +26 gradi, e di notte sotto, circa +18 gradi, ma non dimenticare che le orchidee amano l'elevata umidità.

Quando innaffi un'orchidea, considera tali fattori: il substrato deve essere sempre leggermente umido; quando il tempo è nuvoloso o piovoso, l'irrigazione dovrebbe essere ridotta; ristagno di umidità la pianta non sopporta, le radici cominciano a marcire; Utilizzare solo acqua dolce.

Per uno sviluppo corretto e normale di una tale pianta, è molto importante nutrirlo nel tempo. Nella stagione calda, la supplementazione dovrebbe essere ogni settimana, e il resto del tempo, due volte al mese. È meglio usare fertilizzanti non per radici, ma spruzzare. Se vuoi aumentare lo splendore della tua pianta, ritaglia i pannocchi che si sono sbiaditi a circa un'altezza media.

Trapiantare la pianta non è molto appassionato, provare a farlo il più raramente possibile. Le radici di Phalaenopsis hanno bisogno di molta aria, quindi il substrato deve essere grande. Pianta meglio la pianta in vasi trasparenti, e sul fondo della pentola fai dei buchi, in modo che le radici siano ben ventilate e non stagnanti. Se la tua orchidea è seduta in una pentola, puoi osservare il substrato, tra l'irrigazione dovrebbe asciugare.

Ci sono casi in cui la phalaenopsis è visitata da parassiti. Possono essere afidi o Cherven. Molto spesso ci sono infezioni fungine. Ciò è dovuto ad eccessiva irrigazione, substrati impropri o condizioni errate. Se una tale malattia ha visitato la tua orchidea, trattala con un farmaco fungicida.

7 regole importanti per la cura delle orchidee a casa

Le piante in vaso rinfrescano l'interno dell'appartamento o della casa. È difficile immaginare un alloggio senza piccole isole di verde sul davanzale della finestra. Particolarmente gradevoli alla vista sono i fiori esotici che ricordano i paesi caldi. Prendersi cura di un'orchidea a casa richiede abilità speciali, in quanto è piuttosto capriccioso. Tuttavia, il risultato supererà tutte le aspettative e pagherà per gli sforzi compiuti - la pianta fiorisce a lungo e in quel momento assomiglia ad un bouquet squisito.

Caratteristiche della vita delle orchidee nell'habitat naturale

Le orchidee crescono in tutti i continenti, ad eccezione dell'Artico e dell'Antartico innevato. Il maggior numero delle loro varietà si trova nei tropici. Questi fiori amano il calore e l'umidità.

La citazione delle orchidee può essere trovata:

  • tra gli antichi scienziati greci, che consideravano la pianta terapeutica;
  • Gli indiani, che preparavano bevande fragranti dal loro pistillo;
  • tra i popoli del sud-est asiatico, allontanandoli dalla loro casa dagli spiriti maligni.

Ci sono più di 35.000 specie di orchidee. La colorazione dei colori varia dal bianco al viola e al nero.

Le orchidee sono anche divise in gruppi:

  • piante terrestri;
  • sotterranea;
  • vivere sui rami degli alberi.

Appartiene ad un gruppo di piante che vivono sugli alberi. La maggior parte delle loro radici aleggia nell'aria, ne trae umidità. A volte sono ispessite, simili a tuberi, in cui si accumulano sostanze nutritive.

Regole di cura dei fiori a casa

Va ricordato che la Phalaenopsis viene portata da paesi caldi, che richiede calore e aria ben umida. Questa orchidea si aggrappa agli alberi e cresce all'ombra della loro corona, che nasconde le foglie della pianta dalla luce solare diretta.

Nel piatto devi attaccare un forte bastone lungo, che servirà da supporto. Non si possono usare terreni usuali per la coltivazione di orchidee. Nei negozi è stato messo in vendita un terreno speciale per questo fiore.

La cura adeguata delle orchidee a casa non è complicata, basta seguire le regole di base.

Illuminazione corretta

Come già accennato, in estate è meglio non mettere un fiore in un sole splendente. Scotterà le foglie tenere. La luce dovrebbe essere dispersa, quindi è meglio per una pianta scegliere davanzali rivolti a est o ovest.

Un giorno tropicale dura più di mezza giornata, quindi è necessario pensare a come compensare la carenza di luce solare. Per un fiore basta una lampadina da 40W, installata in modo da far cadere abbastanza luce sulle foglie e sulle infiorescenze.

temperatura

L'assistenza domiciliare per le orchidee è semplice in termini di conformità con la temperatura. L'appartamento è sempre abbastanza caldo, tuttavia ci sono due fattori pericolosi.

  1. Aria condizionata Asciuga drasticamente l'aria e dopo averla utilizzata è necessario spruzzare la pianta. In nessun caso puoi mettere un'orchidea sotto il condizionatore d'aria funzionante.
  2. Draft. Al fiore non piace l'ipotermia, quindi la pianta dovrebbe essere rimossa dal davanzale della finestra quando la stanza è ventilata.

Se un'orchidea cessa di fiorire, ha bisogno di un po 'di stress. Riducendo la temperatura diurna a +12 ° C e abbassando la notte di un paio di gradi, è possibile ottenere la posa dei reni. Notandoli, non interrompere bruscamente il regime precedente.

Umidità dell'aria

Il clima tropicale è caratterizzato da un alto livello di umidità. La cifra abituale è dal 60 al 70%. Negli appartamenti e nelle case è molto più basso, specialmente nella stagione di riscaldamento.

Salvare un microclima adatto per un'orchidea aiuterà a spruzzare frequentemente da un atomizzatore. E l'acqua dovrebbe essere a temperatura ambiente e ben tenuta. Le foglie e il fusto inumiditi, evitando le infiorescenze, dovrebbero essere almeno 3-4 volte a settimana.

Se l'aria è troppo secca, puoi acquistare un umidificatore e metterlo nella stanza in cui si trova la pianta. Il dispositivo andrà a beneficio non solo di lui, ma anche delle persone che vivono nell'appartamento.

Regolarità di irrigazione

Prendersi cura delle orchidee a casa fornisce una serie di trucchi. Il fiore può essere piantato non in una pentola di terracotta standard, ma in un vaso di plastica trasparente, attraverso le pareti di cui è visibile l'apparato radicale. È facile fare alcuni tagli e non annaffiare il terreno dall'alto, e metterlo per 5 minuti in una ciotola con acqua. Quindi le radici assorbiranno la quantità necessaria di umidità e il suo surplus non verrà creato.

Se le pareti del vaso sono opache, l'orchidea dovrebbe essere annaffiata non appena lo strato superiore della terra si senta asciutto al tatto. È importante non riempire il fiore. In un ambiente naturale, le radici assumono la quantità necessaria di umidità dalla corteccia degli alberi quando piove.

Molti hanno difficoltà a risolvere questo problema. L'orchidea deve essere accuratamente rimossa dal terreno, esaminata l'apparato radicale e le parti marce tagliuzzate. È meglio sostituire il terreno con uno nuovo, perché il vecchio rimane eccessivamente umido e può annullare tutti gli sforzi per curare il fiore.

Nella stagione fredda, l'irrigazione delle orchidee dovrebbe essere ridotta, e in estate, al contrario, è più spesso controllare le condizioni del terreno. Se l'orchidea manca di umidità, tutte le sue foglie si assottigliano e quelle inferiori diventano gialle e cadono. Quando il regime verrà ripristinato, presto si realizzerà, ma è meglio non permettere una simile situazione.

Requisiti per il terreno

Se un'orchidea della stanza appartiene a un gruppo di piante terrestri, come il Cimbiumium, allora prendersene cura a casa sarà un po 'diversa rispetto a quella della Phalaenopsis. La composizione del suolo per diverse specie di queste piante è marcatamente diversa.

I fiori che crescono sugli alberi non richiedono terreno contenente sostanze nutritive, ma la terra deve consentire all'umidità in eccesso di evaporare rapidamente.

L'opzione migliore è quella di acquistare nel negozio un primer per orchidee e aggiungere diversi componenti ad esso:

  • pezzi di argilla espansa o di polistirene;
  • muschio sfagno;
  • corteccia di quercia o pino;
  • sbucciare dai semi di girasole;
  • carbone;
  • perlite.

Tutti questi elementi permetteranno di allentare il suolo e aumentare il flusso di aria alle radici, che è di grande importanza per la Phalaenopsis. Non mescolare irrimediabilmente tutti gli ingredienti nella speranza che l'orchidea inizi immediatamente a fiorire.

Gli elementi richiedono un'attenta acqua e una purificazione termica. Prima vengono lavati e il muschio è bagnato per un giorno per sbarazzarsi degli insetti. Quindi, gli additivi che possono essere lavorati ad alte temperature vengono essiccati nel forno. Queste azioni libereranno le radici della pianta dal fungo, che si moltiplica in terreno umido.

Cymbidium, che vive sulla terra, richiederà supplementi nutrizionali in aggiunta al solito suolo. In questa capacità, sono adatte foglie di piante non velenose e una miscela di torba con carbone.

Ulteriori concimazioni e concimazioni

Coltivare un'orchidea a casa in una quantità limitata di terreno implica una cura speciale. Cymbidium dovrebbe essere alimentato di volta in volta per creare un ambiente confortevole per la crescita.

I supplementi nutrizionali standard per piante d'appartamento non sono adatti per le orchidee. Hanno bisogno di fertilizzanti minerali solubili contenenti fosforo, azoto e ferro. Promuovono la crescita delle foglie e la fioritura, oltre a donare alla pianta l'immunità contro i parassiti.

Alcuni proprietari di orchidee usano additivi organici, come pezzi di buccia di banana. Tuttavia, è difficile calcolare la quantità richiesta di tale fascia alta. Il suo eccesso provoca il decadimento dell'apparato radicale della pianta.

Trapianto di piante

Ogni orchidea ha bisogno di un trapianto ogni due anni. Durante questo periodo, i componenti costitutivi del terreno vengono distrutti, rendendo difficile la ventilazione delle radici. Inoltre, la pianta può superare la sua pentola, e quindi le sue radici inizieranno a sporgere verso l'esterno. Ciò porta ad una carenza di sali minerali anche con il normale rifornimento del suolo.

L'orchidea viene delicatamente rimossa dalla pentola, scuotendo le radici dai ciuffi di terreno aderenti. Una pianta da fiore non dovrebbe essere trapiantata, ma non danneggerà il processo. Successivamente, il fiore viene spostato in una pentola di dimensioni maggiori con terreno fresco inumidito.

I principali problemi nella coltivazione di orchidee

La pianta può ammalarsi anche se le condizioni per la sua coltivazione sono rigorosamente osservate. La cura delle orchidee per principianti comprende necessariamente lo studio di manuali e istruzioni. Contengono raccomandazioni di fioristi esperti e informazioni sulle caratteristiche del fiore.

Come già accennato, la radice delle radici porta al loro deterioramento e alla caduta delle foglie. La comparsa di macchie verdi sul verde può provocare la luce solare diretta. Se i componenti del terreno non sono adeguatamente trattati, il fungo si sviluppa in esso, portando alla distruzione del sistema radicale. Le foglie pigre parlano di mancanza di umidità e di aria troppo secca.

Le orchidee sono piuttosto modeste, sono facili da curare se si conoscono le regole di base e si tiene conto del clima specifico in cui questi fiori crescono in natura.

conclusione

Gli scienziati che conducono esperimenti per studiare la vita dei fiori, credono che comunicano tra loro e sentono i pensieri del proprietario.

Sembra un po 'fantastico, anche se come spiegare il motivo per cui una rara pianta in fiore si scioglie nel giorno del compleanno del suo proprietario o in un'altra data memorabile? Come ogni essere vivente, sente l'amore diretto verso di esso e cerca di compiacere la persona che si prende cura di lui con le foglie verdi e le infiorescenze brillanti.

Orchidee ben curate che crescono sul davanzale dimostrano la cura e la responsabilità del proprietario e decorano ogni stanza.

Mi chiamo Julia Jenny Norman, sono l'autrice di articoli e libri. Collaboro con le case editrici OLMA-PRESS e AST, oltre che con le riviste patinate. Attualmente sto contribuendo a promuovere progetti di realtà virtuale. Ho radici europee, ma la maggior parte della mia vita l'ho passata a Mosca. Ci sono molti musei e mostre che sono carichi di positivo e danno ispirazione. Nel mio tempo libero studio le danze medievali francesi. Sono interessato a qualsiasi informazione su quell'era. Ti offro articoli in grado di catturare un nuovo hobby o semplicemente regalare momenti piacevoli. Dobbiamo sognare la bellezza, allora si avvererà!

Come prendersi cura delle orchidee a casa

Adattamento di orchidee dopo il negozio

E ora hai portato a casa la bellissima orchidea. Ma cosa fare per far sì che la pianta subisca lo stress con la minima perdita e si adatti idealmente alle nuove condizioni e non danneggi altri fiori che crescono nel tuo appartamento? E come prendersi cura dell'orchidea che hai appena portato a casa, giusto?

Quarantena e sua durata

La prima cosa è fornire all'orchidea una sorta di quarantena di una settimana per due. Per fare ciò, deve essere posizionato separatamente dagli altri colori. Se non c'è posto per lei sul davanzale della finestra, puoi metterlo sul comodino o in qualche altro posto. Ma qui è necessario tener conto del fatto che la pianta appena acquistata non ha bisogno di luce solare diretta, il fiore dovrebbe stare da solo. Inoltre, non è necessario in questo momento nutrirlo con fertilizzanti, che vengono spesso offerti quando si acquistano orchidee da venditori in un negozio di fiori.

Innaffiare l'orchidea durante il periodo di riposo è anche indesiderabile, basta osservare costantemente le sue foglie, così come altre parti. Questo è necessario per identificare tempestivamente eventuali parassiti dei fiori per impedire che si moltiplichino. Dopo la fine della quarantena, abituare gradualmente il fiore al sole sulla finestra e, se necessario, annaffiare un po '.

Trapianto e altre sfumature

Vale la pena notare che il trapianto dell'orchidea, che è stato recentemente portato dal negozio, non è richiesto. Può crescere nel suo substrato per due anni. Il trapianto immediato è necessario solo se il fiore nel negozio è stato piantato nel muschio di sfagno.

Come effettuare un trasferimento:

Non è necessario elaborare un nuovo impianto con una sorta di "anti-stress" floreale, basta tenerlo in uno stato secco e si farà fronte allo stress e si adatterà alle nuove condizioni. Inoltre, non è necessario trattare i foglietti con insetticidi, soprattutto se non ci sono. Perché avvelenare l'orchidea, che ha già spostato la mossa? La pianta lasciata in aridità e riposo, attiva i suoi rimedi, adattandosi perfettamente alle nuove condizioni.

Illuminazione, irrigazione, fertilizzanti e altro

Se sei interessato a come prendersi cura delle orchidee a casa, allora devi sapere che questa pianta è considerata estrosa e tenera, quindi richiede la creazione di determinate condizioni per essa. Ma prendersi cura di un fiore non è difficile, la cosa più importante è sapere esattamente cosa e quando fare.

Illuminazione corretta

Questo è il fattore più importante nella cura di un'orchidea, che determina se la pianta fiorirà o meno. Dopo tutto, se il fiore ha abbastanza luce - la fioritura sarà regolare, e se non sarà abbastanza - le foglie diventeranno gradualmente un colore verde chiaro, quindi si allungheranno e diventeranno gialle.

Quando scegli l'illuminazione per la tua bellezza le seguenti regole:

  • le orchidee amano molta luce diffusa. La luce solare diretta per loro non è adatta, deve essere presa in considerazione quando si prende in cura un'orchidea a casa;
  • in estate è desiderabile oscurare un fiore. Soprattutto se c'è un'alta probabilità che la luce solare diretta cada sui fogli. Per la regolazione, è adatto un film plastico o opaco;
  • in autunno, non puoi oscurarti. L'intensità della luce solare diminuisce in questo momento e l'orchidea inizia uno stato di riposo - germogli che maturano, c'è un segnalibro di germogli di fiori. È necessario considerare questo momento quando si prende cura di un'orchidea della stanza;
  • la durata di una giornata di luce è importante anche per una pianta. Un normale giorno di luce per questa pianta è la sua durata di 12 ore, se il giorno di luce dura meno di 10 ore, quindi per il fiore è necessaria l'illuminazione artificiale. Cura per le orchidee a casa comporta l'utilizzo per questo scopo lampade con lampadine fluorescenti.

Condizioni di temperatura

Tutte le orchidee sono divise in tre gruppi in base al regime di temperatura:

  1. fiori termofili. Queste orchidee provengono da foreste e pianure costiere tropicali e includono dendrobium, phalaenopsis e alcune varietà di posate. Tali specie necessitano di condizioni di manutenzione calde, quindi la temperatura estiva diurna dovrebbe essere compresa tra 15 e 32 gradi e la temperatura invernale notturna è compresa tra 15 e 18 gradi. La differenza giornaliera non dovrebbe essere più di 3-5 gradi;
  2. piante a media temperatura. Tali varietà di orchidee crescono nelle cinture di mezza montagna dei tropici e includono la miltonia e l'odontoglossum: per un'orchidea di questo tipo a casa, bisogna fare attenzione a un regime più freddo. La temperatura diurna in estate varia da 18 a 22 gradi, e la notte invernale - da 12 a 15 gradi;
  3. fiori che amano il freddo. Queste orchidee provengono da zone con un clima subtropicale o dagli altipiani, comprendono dendrobi australiani, molti gigli e la maggior parte delle specie di pafiophyllum. La temperatura ottimale per loro sarà l'estate diurna - 22 gradi, e la notte invernale - da 12 a 15 gradi.

In generale, si può notare che quasi tutti i tipi di orchidee che crescono in casa si sentiranno bene a una temperatura di 18-27 gradi durante il giorno e da 13 a 24 gradi durante la notte.

Come innaffiare l'orchidea

Se sei interessato a come prendersi cura di un'orchidea, allora dovresti essere interessato a come annaffiarlo. Vale la pena notare che in natura la maggior parte di queste piante non è mai in acqua, poiché le loro radici non sopportano il ristagno di umidità. Ma ogni varietà di orchidee differisce nella sua caratteristica di irrigazione. Ad esempio, Pafiopedilium e Phalaenopsis amano il terreno umido tutto il tempo, e il Dendrobium e l'Oncidium hanno bisogno di un substrato più asciutto e li innaffiano solo quando il terreno è asciutto.

Ma, in generale, tutte le orchidee sono più pazienti da asciugare che a ristagnare. In irrigazione intensificata, un'orchidea necessita solo di un periodo di crescita attiva, fioritura ed eiezione di peduncoli. Se c'è una mancanza di umidità, allora lo saprai: la pianta arriccia le pseudobulbe e le foglie. Se c'è una sovrabbondanza d'acqua, le foglie diventeranno gialle e si bagneranno e le radici cominceranno a marcire.

La corretta cura delle orchidee da interno consiste nell'innaffiare le piante con acqua dolce. È molto adatto per questa acqua piovana sciolta e stabilizzata. Puoi anche versare il fiore con acqua bollita ordinaria. In estate, innaffiala due o tre volte alla settimana dopo aver asciugato lo strato esterno del suolo, e in inverno, innaffia l'acqua al minimo - una o due volte a settimana. Vedi se lo pseudobulbo è rugoso, se c'è un tale fenomeno - la pianta chiede acqua.

Innaffiare la pianta è mettere l'orchidea in una pentola in un contenitore con acqua tiepida per una decina di minuti o innaffiarla intensamente con acqua dalla doccia. In quest'ultimo caso, il terreno sarà completamente bagnato, mentre l'acqua scorrerà dai fori di drenaggio. Dopo l'irrigazione, tenere il fiore su una griglia speciale, poi tutti gli scarichi dell'acqua, quindi posizionarlo in un vaso decorativo.

Fertilizzante e fertilizzante

Vuoi sapere come prendersi cura di un'orchidea, ma dubita - devi concimarlo o no e quando farlo esattamente. La pianta ha bisogno di concimazione solo durante la sua crescita, si consiglia di concimare il fiore non più di una volta in tre o due settimane. Per questo vengono utilizzati fertilizzanti speciali: Greenworld, Pocon o Bona Forte.

La cosa più importante è non esagerare e seguire le proporzioni specificate sul pacchetto.

Le orchidee non amano la concentrazione di sali minerali nel terreno e non possono sopportarlo. Pertanto, durante il periodo di concimazione, è necessario lavare il substrato con acqua pulita, alternare la medicazione superiore e l'irrigazione ogni settimana. Non comprare mai fertilizzanti destinati ad altri fiori, non dare da mangiare alla pianta durante il riposo e in inverno.

Molti esperti si oppongono alla frequente alimentazione di orchidee. Hanno dimostrato che un fertilizzante frequente riduce l'immunità del fiore, quindi è più esposto a diverse malattie. Pertanto, idealmente non è necessario fertilizzare questo fiore, quindi tutti i nutrienti necessari che riceve dal substrato, ma questa regola si applica solo se il substrato viene rinnovato ogni due anni. Quindi hai anche scoperto un'altra risposta alla domanda di assistenza domiciliare per un'orchidea.

Luoghi per la potatura corretta delle orchidee

Come cresce l'orchidea

Se conosci le caratteristiche di base della cura di questo fiore, puoi facilmente duplicare la copia richiesta. La riproduzione delle orchidee viene effettuata in modi diversi, considereremo ciascuno di essi in modo più dettagliato.

Riproduzione di "bambini" (discendenza dei gamberi)

"Babes" sono piccole nuove piante che possono formare nuove varietà di orchidee. Tali germogli laterali di solito compaiono in quelle piante in cui viene aumentato il contenuto di azoto. Se hai visto "bambini", prova a spruzzare l'orchidea molto spesso e attendi che cresca e rilasci le radici. Ora puoi separare il nuovo impianto, trattarlo con polvere di carbone e piantarlo separatamente.

Riproduzione per strati

Questo metodo di propagazione delle orchidee consiste nell'uso di strati, tali propagazioni si trovano nelle orchidee sympodial. I getti d'aria sono formati molto spesso a partite di caccia che hanno partite di caccia allungate o cilindriche ispessite.

In questo caso, hai bisogno di una piccola serra sulla parte curva dello stelo. Può essere fatto da un piccolo contenitore di plastica e una fessura può essere fatta dal lato. Ora inizia ad inumidire il muschio e aspetta che i boccioli dormienti si sveglino.

Il tiro senza foglie, che si trova in una serra in posizione orizzontale, deve essere riscaldato e regolarmente inumidito. Circa un mese dopo, i boccioli addormentati si risveglieranno e cresceranno giovani piante con foglie e radici.

Dopo il radicamento, le orchidee piccole devono essere accuratamente separate dalle riprese della madre, quindi trattate, e puoi anche trapiantare l'orchidea in un piccolo vaso. Tienili per un po 'nella serra.

Riproduzione vegetativa

Questo metodo è conveniente per moltiplicare quasi tutte le varietà di orchidee. Il rizoma di fiori dovrà semplicemente essere diviso, lasciando due o tre pseudobulbi su ogni trama. Ma questo metodo di riproduzione funzionerà solo se l'orchidea è abbastanza grande.

Rimuovere il fiore dalla pentola, quindi separare delicatamente il terreno dalle radici. Tagliare il rizoma con forbici da giardino, su ogni parte divisa ci dovrebbero essere due o tre lampadine. Cospargere le sezioni con carbone di legna, ogni frammento di pianta viene piantato separatamente.

Se la domanda sorge, come prendersi cura dell'orchidea in questo caso, allora tutto è semplice. Sbucciare leggermente i fiori nuovi, cospargerli ogni giorno fino a quando appaiono nuovi germogli o foglie. Ciò è confermato dal fatto che l'orchidea è iniziata.

Cura dell'orchidea durante la fioritura e dopo

Molti sono interessati a ciò che dovrebbe essere la cura della casa per l'orchidea durante la sua fioritura. Le caratteristiche della cura dei fiori in questo momento sono le seguenti:

  • la pianta da fiore richiede un'annaffiatura migliorata. Si raccomanda di annaffiarlo sotto una doccia calda, e la temperatura dell'acqua dovrebbe essere di 35 gradi, dopo l'irrigazione, rimuovere l'umidità dal punto di crescita, altrimenti marcirà;
  • si raccomanda di aumentare la temperatura notturna della pianta di cinque gradi;
  • durante la fioritura, l'orchidea non può essere trapiantata, altrimenti scarterà tutti i germogli e i fiori;
  • in questo periodo il fiore ha bisogno di alimentazione. Per fare questo, utilizzare un fertilizzante speciale progettato specificamente per questi fiori, ma non è possibile sovralimentare la pianta.

Se vuoi che l'orchidea fiorisca il più a lungo possibile, non muoverla da un posto all'altro.

Come prendersi cura di una pianta dopo la fioritura

Anche la cura delle orchidee dopo la fioritura è molto importante. Il campo di come la fioritura è completata, e il gambo del fiore essiccato e annerito, ha bisogno di essere tagliato sotto la base stessa e rimosso. Dopo la fioritura, diminuisce la concimazione della pianta. In inverno, l'irrigazione dovrebbe essere ridotta a una volta al mese, è consigliabile spruzzare la pianta più volte con acqua.

Vale la pena notare che se il fiore ha bisogno di un trapianto, allora non fiorirà e in modo che fiorisca di nuovo - cambia la posizione della pentola, mettila in un altro posto.

Se durante la cura delle orchidee dopo la fioritura hai notato che il fiore è giallo e le foglie rugose, e non rilascia il picco di fiori, sposta anche il vaso in un altro posto. Quindi fiorirà regolarmente.

Speriamo che tutte le informazioni di cui sopra ti siano utili, e ora sai come prendersi cura delle orchidee a casa e se la cura è giusta, questa bella pianta soddisferà regolarmente i fiori di tutti i residenti della casa. Dopo tutto, la fioritura è il periodo più favorito nella vita di ogni amante dei fiori.

Come prendersi cura di orchidee a casa: le caratteristiche di cura, foto

Molti amanti della crescita di bellissimi fiori a casa, portando a casa un'orchidea, si stanno chiedendo come prendersene cura adeguatamente? Cosa è necessario per questo?

Prima di tutto, devi organizzare una quarantena sulla pianta. È necessario metterlo per due settimane in un luogo appartato, lontano da altri fiori domestici. E la pianta non dovrebbe essere esposta ai raggi del sole, dovrebbe essere in completo riposo. In questo momento, la pianta non richiede ulteriori concimazioni con fertilizzanti.

Come viene realizzato il trapianto di orchidee a casa

Se hai appena portato un fiore a casa, non hai bisogno di cambiarlo. La pianta si sentirà benissimo nel suo substrato per un altro paio di anni. Trapiantare la pianta solo se si trova nel muschio sfagno.

Il fiore dovrebbe essere estratto delicatamente dalla pentola. Durante questa operazione, dovresti provare a non danneggiare il sistema di root. A volte devi persino tagliare un piatto.

Le radici vengono rilasciate dal substrato, essiccate e decadute. Quindi tutto viene lavato con acqua corrente pulita. L'orchidea viene posta in una pentola nuova con un substrato, aggiungere il terreno, fino a riempire le cavità vuote tra le radici.

È vietato coprire la parte superiore del fiore, dovrebbe sempre essere in superficie. Il terreno è inumidito, la pentola con l'orchidea è messa in un luogo buio e tenuta per diversi giorni.

I giardinieri credono che la pianta subisca una condizione stressante dopo il trapianto, quindi deve essere trattata con uno speciale "anti-stress" floreale. Le orchidee non ne hanno bisogno, affronta con successo lo stress e si adatta facilmente alle nuove condizioni, chiaramente visibili nella foto.

Non è necessario elaborare la foglia di orchidea con farmaci che uccidono gli insetti. Non avvelenare la pianta, che ha appena spostato la mossa.

Che tipo di illuminazione è necessaria per un'orchidea

Guardando la foto, un'orchidea colorata, ti chiedi sempre come creare la giusta illuminazione per questa pianta a casa. Dopo tutto, il futuro della sua fioritura e crescita dipende in gran parte da questo.

Sotto la normale illuminazione, il fiore delizierà gli occhi con bellissimi fiori, e se non sarà abbastanza, le foglie inizieranno ad acquisire un colore verde chiaro, inizieranno ad allungarsi e inizieranno a ingiallire.

Per rendere il fiore simile alla foto, è necessario creare l'illuminazione, in base a determinate regole:

  1. L'orchidea della camera si sviluppa bene con luce diffusa. L'esposizione alla luce solare diretta ha un effetto negativo sull'orchidea. Questa sfumatura deve sempre essere presa in considerazione quando si corteggia a casa per un'orchidea.
  2. In estate, la pianta dovrebbe essere collocata in un luogo più buio. Ciò è particolarmente vero per la posizione in cui i raggi caldi del sole cadono sulle foglie.
  3. Nel periodo autunnale, un'orchidea della stanza non richiede oscuramento. La quantità di luce solare diminuisce, le orchidee iniziano a maturare i germogli. Inizia a posare nuovi germogli di fiori.
  4. Per questa pianta, la durata della luce del giorno è di grande importanza. Dovrebbe durare almeno 12 ore. Quando il giorno luce è ridotto a 10 ore, è necessaria l'illuminazione artificiale. A tale scopo, è possibile utilizzare lampadine a fluorescenza, come mostrato nella foto.

Sono noti tre tipi di orchidee amanti del calore, per i quali è richiesto un certo regime di temperatura. Questi includono i seguenti nomi:

Poiché la terra natia di queste piante sono foreste tropicali, esse devono essere mantenute a una temperatura non superiore a 32 gradi. Di notte, la temperatura non dovrebbe scendere sotto i 18 gradi. La differenza di temperatura in un giorno non dovrebbe superare i cinque gradi.

Orchidee a media temperatura

La pianta è divisa in diverse specie, il cui nome è:

A casa, è necessario creare un regime più fresco per una tale orchidea. In estate, la temperatura diurna non deve superare i 22 gradi, nelle notti invernali la temperatura può oscillare, nel range di 12-15 gradi.

Specie amanti del freddo

Tali orchidee si verificano nel clima subtropicale, crescono negli altopiani e hanno i seguenti nomi:

La pianta cresce bene in estate a una temperatura di 22 gradi, e in inverno non più di 15 gradi. Praticamente ogni tipo di orchidea cresce magnificamente a casa, quando la temperatura diurna non supera i 27 gradi e la temperatura notturna è di 24 gradi.

Come annaffiare le orchidee a casa

Alla pianta si è sviluppato bene e ha gradito la vista con bellissimi fiori, come nella foto, è molto importante annaffiarlo correttamente. In condizioni naturali naturali, le orchidee non crescono in acqua, non possono sopportare a lungo il ristagno di umidità.

Pertanto, annaffiando l'orchidea a casa, è necessario così come nelle condizioni reali della sua residenza. Ad esempio, il fiore Phalaenopsis ama un substrato leggermente umido, e per Oncidium deve essere assolutamente asciutto. In altre parole, per ogni tipo di orchidea è necessaria una certa annaffiatura.

Inoltre, l'intensità dell'irrigazione dipende da altri fattori:

  • temperatura;
  • umidità;
  • illuminazione;
  • dimensioni della pentola;
  • Composizione del substrato;
  • vegetazione stagionale

Poiché le orchidee appartengono a piante epifite, sono in grado di sopportare una piccola essiccazione del terreno.

Tuttavia, se le orchidee smettono di annaffiare, svaniscono rapidamente, le foglie diventano rugose e sgradevoli. Se c'è un eccesso di umidità, le radici inizieranno a marcire, il perimetro del foglio sarà coperto di giallo. Questo è molto ben visto nella foto presentata.

Le orchidee dovrebbero essere versate con acqua dolce. Il più adatto è l'acqua piovana, ben consolidata in estate. In inverno è possibile organizzare l'irrigazione con acqua di fusione.

Se si innaffia il fiore con l'acqua di un rubinetto, deve essere prima bollito. La temperatura dell'acqua dovrebbe superare la temperatura ambiente di tre gradi.

In estate, l'irrigazione viene effettuata più volte alla settimana, ma non più di tre. E solo quando lo strato superiore del substrato inizia a asciugare.

In inverno è sufficiente annaffiare la pianta un paio di volte a settimana, quando lo pseudobulbo comincia a raggrinzirsi.

Se il fiore cresce in una pentola, viene versato sopra, se in ceste, viene semplicemente abbassato nell'acqua per cinque minuti. L'acqua in eccesso dovrebbe drenare completamente, non dovrebbe ristagnare.

Fertilizzanti necessari

Nutri la pianta solo quando cresce. Il fertilizzante deve essere applicato una volta al mese. I più adatti sono:

È molto importante aggiungere fertilizzanti secondo le proporzioni indicate sulla confezione. La pianta non tollera grandi accumuli nel terreno dei sali minerali. Orchid può solo appassire.

Ecco perché il substrato, prima di aggiungere fertilizzante, deve essere lavato con acqua pulita. Flushing e top dressing dovrebbero alternarsi ogni settimana.

Per le orchidee, i fertilizzanti non sono adatti per altri tipi di fiori. Non è necessario nutrire la pianta in inverno e quando è a riposo.

Come è la riproduzione delle orchidee

Riproduzione di "Bambini". Per "babes" si intendono piccole nuove piante, da cui possono apparire nuovi tipi di orchidee. Questi germogli laterali compaiono più spesso nelle piante che hanno un'alta concentrazione di azoto.

Quando appaiono i "bambini", è preferibile spruzzare l'orchidea più spesso. Dopo che i "bambini" sono cresciuti e hanno dato radici, possono essere separati, trattati con carbone di legna e piantati in un vaso separato.

Tipo di riproduzione per strati. Per la riproduzione, utilizziamo gli strati che si verificano solo nei colori sympodial. Per lavoro sarà necessario creare una piccola serra, situata direttamente sopra la parte piegata dello stelo. Quindi è necessario inumidire il muschio e attendere fino all'inizio del risveglio del rene addormentato.

Se il germoglio non ha fogliame, si trova nella serra in senso orizzontale, deve essere costantemente riscaldato e viene eseguita una regolare inumidimento. Dopo circa 30 giorni, i boccioli dormienti si sveglieranno. Ci saranno piante giovani, una foglia verde e radici.

Quando le piccole piante sono ben radicate, vengono accuratamente separate dalle riprese principali, lavorate e piantate in una piccola pentola. Non rimuovere immediatamente la pianta dalla serra. Lascia stare lì per diversi giorni.

Metodo vegetativo di riproduzione

È adatto a qualsiasi tipo di orchidea. Le radici di un fiore sono semplicemente divise in più parti, ognuna delle quali ha due pseudobulbi. Solo le orchidee grandi possono essere propagate con questo metodo.

Il fiore viene estratto dal vaso. Le radici sono accuratamente separate da terra. Il rizoma viene tagliato in più parti, su cui ci sono diversi bulben.

Il taglio è coperto con carbone di legna. L'atterraggio di ciascun frammento viene effettuato separatamente. I nuovi fiori dovrebbero essere leggermente annaffiati e cosparsi ogni giorno, fino a quando la pianta non darà nuovi germogli e foglie. Questa sarà una prova aggiuntiva che l'orchidea ha iniziato a crescere.

Cura dell'orchidea a casa dopo la fioritura

Quando il fiore indoor è a riposo, non è necessario annaffiarlo. Basta monitorare la sua condizione, il colore dei volantini e altre parti. Sarà bello in questo momento fare una foto del fiore, quindi confrontare il suo nuovo stato con quello vecchio.

Questo tipo di quarantena è necessario per individuare i parassiti dei fiori e lottare ulteriormente con loro. Ci vorranno due settimane e l'orchidea può essere messa sulla finestra, dovrebbe abituarsi al sole. Puoi iniziare a innaffiare leggermente la pianta.

La fine della fioritura, quando il gambo del fiore si è completamente asciugato e diventa nero, viene tagliato sotto la base e rimosso. Quando la fioritura è completa, la concimazione della pianta è molto inferiore. In inverno, le orchidee vengono annaffiate una volta ogni 30 giorni, la pianta viene spruzzata più volte al mese.

Devo dire che se vuoi trapiantare un fiore, in futuro inizia a sbocciare e le sue foglie diventano verdi, devi mettere il vaso in un altro posto.

Nel caso in cui, dopo la fioritura, le orchidee cominciassero a formare rughe e foglie gialle, il gambo del fiore cessava completamente, anche il vaso doveva essere riorganizzato. Ricomincerà a fiorire.

Riassumiamo tutto quanto sopra. Se ti occupi correttamente della casa per le orchidee, puoi sempre goderti la vista di questi splendidi fiori a casa.

Ulteriori Pubblicazioni Sulle Piante